Martedì, 05 Gennaio 2021 14:36

Le Novità Normative della Settimana dal 28 dicembre 2020 al 3 gennaio 2021

In Gazzetta la legge di bilancio per il 2021

È stata pubblicata nella Gazzetta Ufficialen.322 del 30-12-2020 - Suppl. Ordinario n. 46la Legge n. 178 del 30 dicembre 2020 riguardante il Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2021 e bilancio pluriennale per il triennio 2021-2023.Il provvedimento contiene numerose misure sul fronte del lavoro e del welfare per sostenere l'occupazione e contrastare gli effetti economici della pandemia da covid-19 (nuovi esoneri contributivi, proroga delle integrazioni salariali con causale covid-19 e blocco dei licenziamenti per motivi economici sino al 31 marzo 2021).

Sul fronte previdenzialeva segnalata la proroga dell'opzione donna e dell'ape sociale nel 2021, la proroga del contratto di espansione e della sospensione oltre che l'approvazione della nona salvaguardia per i lavoratori cosiddetti esodati. Nel testo ci sono anche altre misure dedicate all'amianto, il rifinanziamento degli indennizzi per la cessazione definitiva dell'attività commerciale, il riconoscimento dell'annualità piena a fini pensionistici anche per i lavoratori in regime di part-time verticale.

Per quanto riguarda i provvedimenti fiscali ricordiamo i crerediti d’imposta, come quelli per la sostituzione di sanitari e rubinetti, per le spese professionali degli chef, per il filtraggio dell’acqua potabile. Ricordiamo, poi, tra le misure aggiunte durante l’iter: l’Iva ridotta al 10% per i piatti pronti e i pasti preparati per la consegna a domicilio o l’asporto; il rinvio al 2022 della sugar tax; la cancellazione della prima rata dell’Imu 2021 per gli immobili destinati alle attività turistiche e agli spettacoli; l’estensione fino a tutto aprile del tax credit affitti per agenzie di viaggio e tour operator; la conferma degli incentivi per l’acquisto di autoveicoli a ridotte emissioni di Co2 e di motoveicoli elettrici o ibridi; l’aumento dell’imposta di consumo su sigarette elettroniche e tabacchi da inalazione; l’ennesima opportunità per rivalutare terreni e partecipazioni non quotate; lo stop ai versamenti di imposte, ritenute e contributi, nei mesi di gennaio e febbraio, per il settore dello sport.


 

INPS

Gestione Separata Committenti. Incrocio dati flusso Uniemens e modelli 770

Con il messaggio n. 5044 del 30 dicembre 2020, l’INPS informa di aver terminato le operazioni di elaborazione dei dati delle dichiarazioni fiscali 770/2015, incrociando i dati esposti sui modelli 770/2015 relativi ai percettori di reddito interessati alla Gestione separata con i relativi flussi di denuncia Uniemens inviati all’INPS.

In presenza di eventuali differenze contributive è stata emessa centralmente una comunicazione di accertamento, con la quale sono state quantificate la contribuzione dovuta e le relative sanzioni civili; la comunicazione è stata notificata all’indirizzo PEC del committente e dell’intermediario presente negli archivi dell’Istituto.

 

Emergenza epidemiologica da COVID-19. Disposizioni, per il territorio del Comune di Lampedusa e Linosa

L'INPS, nella circolare n. 158 del 30 dicembre 2020, comunica le istruzioni per e modalità di gestione della sospensione dei versamenti tributari e contributivi, previste a favore del territorio del Comune di Lampedusa e Linosa, in conseguenza dell’emergenza Covid-19.

Le istruzioni fornite riguardano sia i lavoratori autonomi (artigiani, commercianti, agricoli) che i lavoratori dipendenti e domestici, inclusi gli iscritti alla Gestione Separata.

 

Assegni familiari e quote di maggiorazione di pensione per il 2021

L'Inps, con la circolare n. 157 29 dicembre 2020, comunicai limiti di reddito familiare e mensile relativi a 2021 per il riconoscimento degli assegni familiari e della maggiorazione di pensione. Tali limiti si applicano nei confronti dei soggetti esclusi dalla normativa sull'Assegno al Nucleo Familiare (ANF), ovvero i coltivatori diretti, coloni, mezzadri e piccoli coltivatori diretti (per cui continua ad applicarsi la normativa sugli assegni familiari) e dei pensionati delle gestioni speciali per i lavoratori autonomi (per cui continua ad applicarsi la normativa delle quote di maggiorazione di pensione).

 


INAIL

Rivalutazione del minimale e del massimale di rendita con decorrenza 1° luglio 2020 – Limiti di retribuzione imponibile per il calcolo dei premi assicurativi.

Con circolare n. 47 del 28 dicembre 2020, l’Inail comunica di aver aggiornato i minimali e massimali di rendita, definendo i limiti di retribuzione imponibile per il calcolo dei premi assicurativi a decorrere dal 1° luglio 2020. I valori aggiornati riguardano detenuti e internati, allievi dei corsi di istruzione professionale, lavoratoti parasubordinati, dirigenti e familiari partecipanti all’impresa familiare.

 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE

Istituiti i codici tributo per il Superbonus

Con la risoluzione n. 83 del 28 dicembre 2020, l'Agenzia delle entrate istituisce i codici tributo per consentire ai fornitori e ai cessionari di utilizzare in compensazione tramite modello F24, esclusivamente attraverso i servizi telematici resi disponibili dall’Agenzia delle entrate, i crediti d’imposta relativi alle detrazioni cedute e agli sconti praticati in ambito di Superbonus.

 

Regime speciale per lavoratori impatriati. Chiarimenti interpretativi

Con la  circolare n. 33 del 28 dicembre 2020 l’Agenzia delle entrate fornisce alcuni chiarimenti interpretativi sul “regime speciale per lavoratori impatriati”.

In particolare l'Agenzia ha puntualizzato che se l’impatriato non ha formulato alcuna richiesta al proprio datore di lavoro nel periodo d’imposta in cui è avvenuto il rimpatrio e non ne ha dato evidenza nelle relative dichiarazioni dei redditi, i cui termini di presentazione risultano scaduti, per questi periodi d’imposta l’accesso al regime è da considerarsi precluso. Resta comunque ferma la possibilità per il contribuente di fruire del regime speciale per i restanti periodi di imposta del quinquennio agevolabile, applicando il regime in base alle disposizioni in vigore nel periodo di imposta in cui ha trasferito la residenza fiscale in Italia.

 

Gestione delle proposte di transazione fiscale nelle procedure di composizione della crisi di impresa

Con la circolare n. 34 del 29 dicembre 2020, l'Agenzia delle entrate riepiloga le istruzioni  sulla valutazione delle proposte transattive del debito tributario nell’ambito dei procedimenti per la gestione della crisi di impresa (accordo di ristrutturazione dei debiti e concordato preventivo). In particolare,  con l’attuale documento di prassi sono fornite precise indicazioni operative per permettere alle strutture territoriali dell’Agenzia una tempestiva gestione delle procedure di composizione delle crisi di impresa, nell’ottica di favorire la ripresa produttiva e la conservazione dei livelli occupazionali, e per supportare gli operatori che si trovano a fronteggiare la congiuntura economica del momento.

 


AGENZIA DELLE ENTRATE – INTERPELLO

Risposta n. 623 del 28 dicembre  2020 -ozonoterapia contro le carie

Non rientrano tra gli strumenti sanitari a Iva agevolata o con diritto al credito d’imposta, secondo quanto previsto dal decreto “Rilancio”, le apparecchiature destinate all'attività clinico-chirurgica-odontoiatrica e domiciliare per la sanificazione da virus e batteri presenti nel cavo orale, perché non strettamente finalizzate al contrasto dell'epidemia da Covid-19.

 

Risposta n. 625 del 28 dicembre 2020  –iva agevolata per prodotti non autorizzati

Non possono fruire dell’Iva agevolata prevista dall’articolo 124 del Decreto Rilancio i prodotti igienizzanti o detergenti per i quali non è prevista alcuna autorizzazione: vi rientrano infatti solo i biocidi e i presidi medico chirurgici autorizzati per l'igiene umana (PT1) e quelli utilizzabili per l'igiene umana e per disinfettare le superfici (PT1/PT2).

 

Risposta n. 630 del 29 dicembre  2020–Fornitura di energia elettrica per uso domestico - servizi accessori

costituiscono operazioni accessorie funzionali all'attività di fornitura di energia elettrica a uso domestico e, quindi, scontano la stessa aliquota Iva agevolata prevista per quest’ultima, il servizio di monitoraggio e la cessione/noleggio del “dispositivo utente” fornito dalla società ai propri clienti, affinché possano controllare costantemente l’energia consumata e la relativa spesa.

 

Risposta n. 631 del 29 dicembre  2020–Detrazione dell'IVA relativa ai costi di acquisto e di impiego dei veicoli aziendali concessi gratuitamente in uso promiscuo al personale dipendente

Non è possibile beneficiare della detrazione integrale dell'Iva relativa ai costi di acquisto e di impiego di autovetture aziendali concesse in uso promiscuo ai dipendenti, tramite autofatturazione dell'Iva calcolata sull'intero importo del fringe benefit tassato in busta paga, se l’operazione non è rilevante ai fini Iva, in assenza di un corrispettivo specifico addebitato al personale dipendente per l'utilizzo dei mezzi in questione.

 

Risposta n. 640 del 31 dicembre  2020–Rivalutazione dei beni d'impresa per i soggetti con esercizio non coincidente con l'anno solare

Una società con esercizio non coincidente con l'anno solare, che ha scelto di spostare la data di chiusura dell'esercizio sociale dal 30 giugno al 31dicembre di ogni anno, a partire da quello in corso, che verrà chiuso anticipatamente il 31 dicembre 2020, può scegliere se effettuare la rivalutazione dei beni d’impresa nel bilancio dell'esercizio in corso al 31 dicembre 2019 o, in alternativa, nell'esercizio successivo, chiuso al 31 dicembre 2020, mentre non potrà eseguirla per entrambi gli esercizi.

 

Risposta n. 641 del 31 dicembre  2020–Rivalutazione dei beni d'impresa per i soggetti con esercizio non coincidente con l'anno solare

Il regime di favore che trasforma i crediti deteriorati in crediti d’imposta può essere applicato anche dalla società che intende vendere un portafoglio di tali titoli, pur non essendo tra i soggetti originari da cui sono stati generali. La condizione è che le società veicolo acquirenti non siano sue dirette o indirette controllate.

La misura del beneficio fiscale deve essere determinato sulla base del prezzo di vendita dei crediti sostenuto dalle società acquirenti e non va parametrata al valore nominale dei titoli stessi.

0
0
0
s2smodern