Lunedì, 21 Dicembre 2020 17:45

Le Novità Normative della Settimana dal 14 al 20 dicembre 2020

Misure urgenti per le festività natalizie e di inizio anno nuovo

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale  n. 313 del 18 dicembre 2020il Decreto Legge 18 dicembre 2020, n. 172  che introduce ulteriori disposizioni urgenti per fronteggiare i rischi sanitari connessi alla diffusione del virus COVID-19, stabilendo che nel periodo dal 24 dicembre al 6 gennaiotutta Italia sarà:

  • Zona Rossa nei giorni prefestivi e festivi
  • Zona Arancione nei giorni feriali

Nei festivi e prefestivi compresi dal 24 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 tutta Italia sarà in Zona Rossa (si applicano le misure di cui all'articolo 3 del Dpcm del 3 dicembre 2020) e saranno vietati gli spostamenti tra regioni, in particolare:

  • nei giorni 24 - 25 - 26 - 27 e 31 dicembre
  • nei giorni 1 - 2 - 3 - 5 - 6 gennaio

Gli spostamenti sono consentiti solo per motivi di lavoro, necessità e salute. È tuttavia consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata (visita ad amici o parenti), ubicata nella stessa regione, una sola volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 05,00 e le ore 22,00, e nei limiti di due persone, ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi.

Per quanto riguarda le attività, in questi giorni ci sarà la chiusura:

  • degli esercizi commerciali
  • dei centri estetici
  • dei Bar e ristoranti (consentito asporto fino alle 22.00 e consegna a domicilio)

restano aperti:

  • supermercati
  • negozi di beni alimentari e di prima necessità
  • farmacie e parafarmacie
  • edicole
  • tabaccherie
  • lavanderie
  • parrucchieri e barbieri

Le chiese e i luoghi di culto fino alle 22.00 per le funzioni religiose.

Negli altri giorni gli spostamenti sono consentiti all'interno del proprio comune, senza giustificare il motivo, ma sono altresì consentiti gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia.

Il provvedimento entrerà  in vigore: 19/12/2021.

 

INPS

Nuovo Cassetto Previdenziale del Contribuente” e “Comunicazione Bidirezionale 2.0”. L’INPS, con il messaggio n. 4702 del 14 dicembre 2020, comunicail rilascio della nuova versione del Cassetto previdenziale.

Attraverso il Cassetto previdenziale il contribuente può verificare le principali informazioni sulla propria posizione contributiva attraverso un unico canale di accesso.

Il nuovo sistema, che si presenta come una scrivania, assicura la presenza di tutte le applicazioni disponibili nei cassetti riferiti alle varie gestioni e permette di lavorare con tutte le varie tipologie di posizioni contributive.

Le richieste o le comunicazioni inviate tramite la funzionalità “Comunicazione Bidirezionale 2.0” si traducono automaticamente in quesiti di back-office, pervenendo alle Strutture territorialmente competenti e permettendone la gestione secondo logiche e processi già consolidati.

 

Indennità finalizzate al sostegno di alcune categorie di lavoratori

L’Inps, con la circolare n. 146 del 14 dicembre 2020,  fornisce le istruzioni sull'Indennità una tantum e indennità onnicomprensiva finalizzate al sostegno di alcune categorie di lavoratori le cui attività lavorative sono state colpite dall’emergenza epidemiologica da COVID-19 previste dal decreto ristori quater.

L’Istituto ricorda che solo i lavoratori che non hanno beneficiato dell’indennità onnicomprensiva di cui all’articolo 15 del d.l. n. 137 del 2020 devono presentare domanda entro la data del 31 dicembre 2020, termine prorogato rispetto all’originaria previsione legislativa, considerata l’assenza della sanzione decadenziale. Il rilascio del nuovo servizio per la presentazione delle suddette domande verrà reso noto con apposita comunicazione sul sito dell’Istituto. Con riferimento invece alle indennità di cui all’articolo 15 del decreto Ristori, si precisa che le relative domande possono essere presentate, a pena di decadenza, entro il termine del 18 dicembre 2020. Il relativo servizio telematico di presentazione di dette domande è già attivo e disponibile su www.inps.it.

Entro tale data scadranno anche i termini di presentazione delle indennità COVID-19 per le quali il legislatore non ha previsto scadenza espressa, che dovranno essere inoltrate sempre ed esclusivamente per via telematica. L’Inps riepiloga infine i casi di cumulabilità e incumulabilità dell’indennità.

 

Congedo COVID-19 per sospensione dell’attività didattica. Rilascio della procedura per la presentazione delle domande

L’INPS, con il messaggio n, 4718 del 15 dicembre 2020, comunica il rilascio della procedura per la compilazione e l’invio on line delle domande, da parte dei lavoratori dipendenti, relative al congedo COVID-19, di cui all’articolo 21-bis del D.L. n. 104/2020, per sospensione dell’attività didattica in presenza del figlio convivente minore di anni 14.

 

Studio associato. Accesso ai servizi telematici

Con il messaggio 17 dicembre 2020, n. 4754, l’Inps comunica le modalità di profilazione per l’accesso ai servizi online, le modalità di censimento degli studi associati e le istruzioni sulla gestione delle deleghe conferite dai datori di lavoro.

 

 

ISPETTORATO NAZIONALE DEL LAVORO

Congedo parentale per lavoratori turnisti

L'Ispettorato nazionale del lavoro, con la notan. 1116 del 14 dicembre 2020, afferma con riferimento ai lavoratori turnisti con qualifica di operaio, l’indennizzo per congedo parentale di cui all’art. 32 del D.Lgs. n. 151/2001 è dovuto tutte le volte in cui, sulla base della turnazione, è programmata la prestazione lavorativa, anche quando la stessa è prevista nella giornata domenicale.

 

Autorizzazione alla somministrazione di lavoro valida anche per le cooperative consorziate

L’Ispettorato nazionale del lavoro, con la nota n. 1101 dell’11 dicembre 2020, ha affermato che è possibile svolgere attività di intermediazione di lavoro  da parte delle cooperative consorziate in forza dell’autorizzazione conferita al consorzio ai sensi dell'art 4 D.lgs 276/2003, a condizione che le consorziate siano state indicate nella richiesta di autorizzazione, formulata dal consorzio, e che le stesse siano, nel contempo, in possesso dei requisiti logistici, patrimoniali e professionali previsti dal Decreto Ministeriale del 10 aprile 2018.

 

Emersione dei rapporti di lavoro nel contesto emergenziale e applicazione della maxisazione per lavoro nero

L'Ispettorato nazionale del lavoro, con la nota n. 1118 del 15 dicembre 2020, fornisce  chiarimenti da  sulla corretta interpretazione della disposizione sull'applicazione della maxisanzione sul lavoro nero raddoppiata nel caso in cui venga accertato l'impiego irregolare di lavoratori stranieri che abbiano fatto istanza di permesso di soggiorno temporaneo (art. 103, c. 14, DL 34/2020 conv. in L. 77/2020).

L'Ispettorato chiarisce, che la misura sanzionatoria si applichi non solo per l'impiego irregolare di lavoratori che siano in attesa di rilascio del permesso di soggiorno temporaneo, ma anche nel caso in cui il lavoratore lo abbia già ottenuto.

Il legislatore infatti, sanzionando l'impiego irregolare di “stranieri che hanno presentato domanda per il rilascio del permesso di soggiorno temporaneo”, fa riferimento a tutti gli stranieri che, per aver presentato la domanda, sono coinvolti nella procedura di emersione e alla ricerca di un contratto di lavoro subordinato regolare a prescindere dal fatto che abbiano o meno ottenuto già un permesso provvisorio.

 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE

Modalità di invio della comunicazione della cessione dei crediti sui canoni di locazione

Con il provvedimento del 14 dicembre 2020, dell’Agenzia delle entrate, sono approvati il nuovo modello, con le relative istruzioni, per comunicare la cessione del credito di imposta per i canoni di locazione di botteghe e negozi o di immobili a uso non abitativo e affitto d'azienda, riconosciuti per fronteggiare la pandemia in corso.

 

Riduzione della pressione fiscale sul lavoro dipendente

Con la circolare n. 29 del 14 dicembre 2020, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sulla riduzione della pressione fiscale sul lavoro dipendente.

Il documento di prassi detta delle prime indicazioni rispetto alla disciplina prevista dal D.L. n. 3/2020, recante misure urgenti per la riduzione della pressione fiscale sul lavoro dipendente, in attuazione della legge di Bilancio 2020, che ha previsto a partire dal 1° luglio 2020, l’abrogazione della disciplina del bonus IRPEF e l’introduzione di due nuove misure fiscali, disciplinate al di fuori del TUIR, per ridurre la tassazione sul lavoro

L'Agenzia ha specificato Ai fini della verifica della soglia del reddito di 28mila euro si calcolano anche i redditi di coloro che beneficiano dei regimi speciali, come gli impatriati. Rientra nel computo del reddito complessivo, quello assoggettato a cedolare secca sugli affitti, mentre è escluso il reddito dell’unità immobiliare adibita ad abitazione principale e delle relative pertinenze.

 

Medie dei cambi delle valute

L’Agenzia delle entrate ha pubblicatoil provvedimento del 15 dicembre 2020 contenente le medie dei cambi delle valute estere per il mese di novembre. Tali valori, calcolati a titolo indicativo dalla Banca d’Italia sulla base di quotazioni di mercato, sono utilizzati nei casi previsti dal Tuir in cui si fa riferimento a componenti del reddito in valuta estera.

 

Modifica alla disciplina relativa ai sistemi di biglietterie automatizzate

Con il provvedimento del 15 dicembre 2020 l'Agenzia delle entrate proroga di 12 mesi il termine entro cui ottenere il riconoscimento di idoneità dei sistemi di biglietteria automatizzata.
Lo slittamento consente agli enti certificatori di produrre la necessaria certificazione, il cui rilascio ha subito degli inevitabili ritardi, dovuti ai rallentamenti delle attività lavorative causate dalla situazione emergenziale in corso. Si tratta di una documentazione necessaria al riconoscimento di idoneità dei sistemi, secondo quanto previsto dallo stesso provvedimento.

 

Accesso al Superbonus in mancanza della pluralità dei proprietari

Con la risoluzione n. 78 del 15 dicembre 2020, l’Agenzia delle entrate chiarisce che il superbonus del 110% non spetta per interventi realizzati sulle parti comuni a due o più unità immobiliari distintamente accatastate di un fabbricato che, posseduto da un unico proprietario, anche se nudo proprietario di alcune unità, non può qualificarsi come “condominio”, in mancanza della pluralità dei proprietari.

 

Bonus sanificazione: la nuova percentuale del credito d'imposta

L'Agenzia delle entrate, con il provvedimento del 16 dicembre 2020, ha stabilito nella misura del 47,1617%, tenendo conto delle nuove risorse messe a disposizione dalla legge di conversione del decreto Agosto, la nuova percentuale del bonus per la sanificazione degli ambienti di lavoro e per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale atti a garantire la salute dei lavoratori e degli utenti, ottenuta dal rapporto tra le risorse disponibili e i crediti richiesti.

 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE –  INTERPELLO

Risposta n. 583 del 14 dicembre 2020 - Regime di esenzione IVA per prestazioni rese da terzi a favore del concessionario relative alla raccolta delle giocate

La società titolare di concessione, stipulata con Adm, che si avvale della fornitura da parte di soggetti terzi di vari servizi, necessari e indispensabili per effettuare la raccolta delle giocate, nonché del servizio di certificazione, usufruisce per tali attività dell’esenzione Iva prevista dall’ articolo 10 del Dpr n. 633/1972.Beneficiano di tale agevolazione le operazioni che permettono la gestione del pronostico o del gioco, comprese le fasi di elaborazione e definizione dei dati necessari per consentire ai giocatori di parteciparvi, nonché le fasi di accettazione e raccolta delle singole giocate.

 

Risposta n. 585 del 14 dicembre 2020 - Trattamento fiscale, ai fini IVA, del servizio di noleggio di ventilatori,aspiratori e saturimetri

L’esenzione Iva fino a dicembre 2020 e, dal 2021, l’aliquota al 5%, per le cessioni dei beni elencati dall’articolo 124 del decreto “Rilancio”, può essere applicata anche in caso di fornitura tramite noleggio degli stessi beni. Irrilevante, inoltre, ai fini del beneficio, che tali strumenti non siano specificatamente utilizzati per la prevenzione, diagnosi e cura del Covid-19, essenziale è la finalità sanitaria.

 

Risposta n. 586 del 15 dicembre 2020 - Credito di imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

Gli investimenti in beni strumentali nuovi, effettuati da una società operante nel settore della lavorazione della pietra di dolomite, per ammodernare l’impianto di trasporto a teleferica che consente di portare da monte a valle la materia prima estratta, fruiscono del credito d’imposta che ha sostituito le discipline del super e iperammortamento.

 

Risposta n. 588 del 14 dicembre 2020 - Contributo a fondo perduto per attività economiche e commerciali nei centri storici

L’esercente attività di noleggio di autovetture con conducente con autorizzazione, nella richiesta del bonus riconosciuto agli operatori con attività nei centri ad alta vocazione turistica estera, danneggiati dal calo della clientela causato dal Covid-19, deve riportare esclusivamente l’ammontare del fatturato relativo alle prestazioni effettuate nel territorio interessato dall’agevolazione nei mesi di giugno 2020 e 2019. Per Ncc con autorizzazione rilasciata da altro Comune, l'indennizzo spetta solo per l'attività effettivamente svolta in città ad alta densità turistica, identificando l'attività effettuata nel territorio dei comuni e considerando esclusivamente le prestazioni di trasporto in cui il luogo di prelevamento o di arrivo coincida con il territorio del Comune ad alta densità turistica straniera.

 

Risposta n. 589 del 14 dicembre 2020 - Accesso al contributo a fondo perduto COVID-19

La società conferitaria che, a seguito di trasformazione progressiva omogenea della conferente, attuata in continuità dei rapporti giuridici e quindi di continuità aziendale, proseguendo, nella sostanza, la precedente attività svolta può accedere al contributo a fondo perduto Covid-19 previsto dall’art. 25 del decreto “Rilancio”.

 

Risposta n. 595 del 16 dicembre 2020 -  superbonus su edifici con vincolo gei beni culturali

È ammessa la detrazione del 110% per i singoli interventi ammessi all’ecobonus, come la sostituzione degli infissi, purché sia certificato il miglioramento energetico, realizzati su una unità immobiliare inserita in un condominio tutelato dal “Codice dei beni culturali e del paesaggio”. Il beneficiario, inoltre, può optare per una delle modalità alternative previste per la fruizione dello sconto d’imposta.

 


ISTAT

TFR – Coefficiente di rivalutazione

L’Istat ha comunicato l’indice relativo al mese di novembre che è pari a 102,0%. Il coefficiente per rivalutare le quote di trattamento di fine rapporto con riferimento al mese di novembre 2020 è di 1,375000 %.

0
0
0
s2smodern