Venerdì, 13 Novembre 2020 17:00

Cig Covid: termini decadenziali differiti al 15 novembre

Con messaggio n. 4222 dell'11 novembre 2020, l'Inps fornisce indicazioni sulle modifiche introdotte dal decreto-legge 9 novembre 2020, n. 149 (decreto "Ristori-bis") in materia di proroga dei termini decadenziali relativi ai trattamenti connessi all'emergenza epidemiologica da Covid-19. Il provvedimento, in vigore dallo scorso 9 novembre, contiene, tra le diverse disposizioni, anche misure in materia di integrazione salariale, che integrano e modificano l’impianto normativo in materia di ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro connessi all’emergenza da Covid-19. In particolare - spiega l'Istituto - l’articolo 12, comma 1, decreto-legge 149/2020 prevede la proroga al 15 novembre 2020 dei termini per l’invio delle domande di accesso alla cassa integrazione e per la trasmissione dei dati necessari per il pagamento o per il saldo degli stessi, che si collocano tra il 1° e il 30 settembre 2020. Le strutture territoriali, pertanto, provvederanno a definire le istanze inviate dalle aziende oltre il termine del 30 settembre, purché pervenute entro il 15 novembre.

L’Istituto, dopo aver ricordato quanto illustrato nel messaggio n. 3729/2020, ovvero di aver già differito al 31 ottobre 2020 la scadenza dei termini decadenziali di invio delle domande di accesso ai trattamenti di cassa integrazione (ordinaria, in deroga e CISOA) e di assegno ordinario collegati all'emergenza e di trasmissione dei dati utili ai rispettivi pagamenti diretti (modelli SR41 e SR43 semplificati) che si collocavano rispettivamente nei mesi di luglio e di agosto 2020, segnala che verrà pubblicata una circolare che illustrerà la nuova disciplina prevista dal D.L. n. 149/2020.

Notizie correlate: Decreto “Ristori bis”: le misure per imprese e lavoratori - "Ristori bis": accolte richieste CNO su Cig Covid-19 - Decreto "ristori" in vigore

0
0
0
s2smodern