Giovedì, 24 Settembre 2020 16:31

Aziende agricole e ripresa versamenti sospesi

Per i contribuenti che si avvalgono della sospensione obbligatoria, il versamento delle quote associative e dei contributi di assistenza contrattuale (CAC) e di malattia (MALA/FIMI), compresi quelli a carattere provinciale, che l’Inps incassa per convenzione, c.d. contribuzione convenzionale, può essere effettuato soltanto alla ripresa degli obblighi di versamento della contribuzione obbligatoria. Il versamento della contribuzione, sia convenzionale che obbligatoria, infatti è effettuato con un unico versamento, utilizzando il medesimo codice tributo (LAS). A precisarlo è l'Inps con il messaggio n. 3407 del 23 settembre 2020, con il quale fornisce chiarimenti in merito alle aziende assuntrici di manodopera agricola che riprendono i versamenti a seguito delle sospensioni contributive per l'emergenza epidemiologica, ai sensi del D.L. n. 9/2020, del D.L. n. 18/2020, convertito, con modificazioni, dalla Legge n. 27/2020, del D.L. n. 34/2020, convertito, con modificazioni, dalla Legge n. 77/2020. Il versamento in un’unica soluzione - si legge - (così come i versamenti effettuati in modalità rateale) dell’importo indicato nel prospetto riepilogativo dei contributi per il 3° trimestre 2019, con scadenza il 16 marzo 2020, in corrispondenza del codice tributo LAS, sarà considerato tempestivo se effettuato entro i termini per la ripresa dei versamenti e, pertanto, le diverse quote di contribuzione convenzionale saranno riversate alle Associazioni destinatarie. I versamenti effettuati sia in un'unica soluzione, sia in modalità rateale, utilizzando la codeline indicata nel prospetto di calcolo della contribuzione del 3° trimestre 2019, in luogo di quella indicata nella comunicazione individuale, ricevuta nel cassetto previdenziale “Aziende agricole” in prossimità della scadenza del 16 settembre 2020, produrranno i medesimi effetti ai fini della verifica della tempestività anche con riferimento al riversamento della quota associativa, ferma restando la verifica del versamento dell’intero importo.

Notizie correlate: Indennità 500 euro per lavoratori autonomi di Lombardia e Veneto - INPS: manuale per la rateazione dei contributi sospesi - Esonero contributivo, prime indicazioni Inps

0
0
0
s2smodern