Martedì, 22 Settembre 2020 14:00

Esonero contributivo, prime indicazioni Inps

Con la circolare n. 105 del 18 settembre, l'Inps fornisce le prime indicazioni per la gestione degli adempimenti previdenziali in merito all'esonero dal versamento dei contributi previsto dall’art. 3 del D.L. n. 104/2020 in favore dei datori di lavoro privati, anche non imprenditori e con esclusione del settore agricolo; lo sgravio è fruibile entro il 31 dicembre 2020 e a condizione che i medesimi datori non richiedano i nuovi interventi di integrazione salariale di cui all’articolo 1 del citato decreto.

Accedono al beneficio - si legge - i datori di lavoro che abbiano già utilizzato, nei mesi di maggio e giugno 2020, degli interventi di integrazione salariale di cui agli artt. da 19 a 22 quinquies del D.L. n. 18/2020, convertito con modifiche dalla Legge n. 27/2020 e successive modificazioni, riconosciuti a seguito dell’emergenza Covid-19. La misura - si aggiunge - si applica anche in favore dei datori di lavoro che hanno richiesto periodi di integrazione salariale collocati, anche parzialmente, in periodi successivi al 12 luglio 2020. L'ammontare dell'esonero è pari, ferma restando l’aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche, alla contribuzione non versata per il doppio delle ore di integrazione salariale fruite nei mesi di maggio e giugno 2020, con esclusione dei premi e contributi dovuti all'Inail. L’importo così calcolato può essere fruito per un periodo massimo di quattro mesi e deve essere riparametrato e applicato su base mensile. Il diritto alla fruizione della misura -precisa ancora l’Inps - è subordinato al rispetto, da un lato, delle norme poste a tutela delle condizioni di lavoro e dell’assicurazione obbligatoria dei lavoratori, fra cui la regolarità del DURC, e dall’altro ai presupposti specificamente previsti dal Decreto Agosto come il divieto di licenziamenti collettivi e individuali per giustificato motivo oggettivo. Infine - si ricorda - l'applicazione dell'esonero contributivo è subordinata all'autorizzazione della Commissione europea in materia di aiuti di Stato in quanto si configura come misura selettiva; il beneficio è inoltre cumulabile con altri esoneri o riduzioni delle aliquote di finanziamento previsti dalla normativa, nei limiti della contribuzione previdenziale dovuta.

Notizie correlate: Agricoltura: istruzioni Inps su esonero contributivo - Inps: versamenti contributi sospesi entro il 16 settembre - Esonero contributivo lavoratori agricoli under 40

0
0
0
s2smodern