Martedì, 01 Settembre 2020 12:30

Le Novità Normative della Settimana dal 24 al 30 agosto 2020

Rafforzamento patrimoniale delle imprese dei soggetti di medie dimensioni

Con il decreto Ministero dell'economia e finanza del 10 agosto 2020, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 210, 24 agosto 2020, sono stati definiti i criteri e le modalità di applicazione e di fruizione degli incentivi per il rafforzamento patrimoniale delle imprese di medie dimensioni, colpite della conseguenze finanziarie dell’emergenza epidemiologica Covid-19.

I due crediti d’imposta, introdotti dall’articolo 26 del decreto “Rilancio” (Dl n. 34/2020), sono diretti alle società di capitale e alle cooperative di medie dimensioni che effettuano aumenti di capitale, escluse quelle operanti nel settore bancario, finanziario e assicurativo. Le società devono avere sede legale in Italia ovvero essere stabili organizzazioni in Italia di imprese con sede in Stati membri dell'Unione europea o in Paesi appartenenti allo Spazio economico europeo.

 


INPS

CIG in deroga per aziende plurilocalizzate

Con il  messaggio n. 3144 del 25 agosto 2020, l’Inps rivendendo la propria interpretazione contenuta nella circolare n. 86 del 15 luglio 2020, afferma che la norma vincola la concessione delle ulteriori nove settimane, introdotte dal Decreto Rilancio, alla circostanza che ai datori di lavoro siano già state autorizzate almeno le prime nove settimane di cassa integrazione in deroga, ferma restando la possibilità di autorizzare un più ampio periodo per le aziende ubicate nei comuni delle c.d. “zone rosse” e per quelle con unità produttive site nelle c.d. “Regioni gialle”.

 

Nuovi oggetti procedura Contatti nel Cassetto Previdenziale Aziende

L’INPS, con il messaggio n. 3140 del 24 agosto 2020, al fine di consentire una più puntuale canalizzazione e un’efficiente gestione dei contatti pervenuti attraverso il sistema di comunicazione bidirezionale del Cassetto Previdenziale Aziende, ha introdotti dei nuovi “oggetti”, selezionabili alla voce “CIGO – CIGS – Solidarietà”.

La nuova struttura prevista è la seguente:

CIGO – CIGS – Solidarietà

 

 

CIGO

 

CIGS

 

CIGD

 

FIS

 

SR41 Pagamenti diretti

 

CIGO – CIGS – Solidarietà (*)

 

Requisito occupazionale Cigo

(*) CIGO – CIGS – Solidarietà a stralcio

Le nuove comunicazioni potranno essere trasmesse solo attraverso gli oggetti “CIGO”, “CIGD”, “FIS” e “SR41 Pagamenti diretti”, mentre l’oggetto “CIGO- CIGS – Solidarietà” verrà inibito per le nuove richieste e consentirà la sola chiusura dei contatti già pervenuti e ancora aperti. Si ricorda alle Strutture territoriali che è possibile modificare l’oggetto mediante l’apposita funzionalità “Cambio oggetto per lavorazione”.

 

Indennità Covid-19 ai lavoratori

L’INPS, con il messaggio n. 3160 del 2020, riepiloga i requisiti di spettanza delle indennità Covid-19 introdotte e prorogate dal decreto Agosto, che è entrato in vigore il 15 agosto 2020.

In particolare le prestazioni NASpI e DIS-COLL, il cui periodo di fruizione sia terminato nell’arco temporale compreso tra il 1° maggio 2020 e il 30 giugno 2020, sono prorogate per ulteriori due mesi con decorrenza dal giorno della scadenza. L’importo riconosciuto per ciascuna mensilità di proroga è pari all’importo dell’ultima mensilità spettante per la prestazione originaria.

 

Prestazioni economiche di malattia, di maternità/paternità e di tubercolosi per i compartecipanti familiari e i piccoli coloni. Retribuzioni di riferimento per l’anno 2020

L'INPS, con la circolare n. 97 del 28 agosto 2020, comunica gli importi giornalieri sulla cui base dovranno essere determinate, per l’anno in corso, le prestazioni economiche di malattia, di maternità/paternità e di tubercolosi per i piccoli coloni e i compartecipanti familiari.

 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE –  INTERPELLO

Risposta n. 229 e 270 del 25  agosto 2020 - Aliquota IVA integratori alimentari

Alla vendita di integratori alimentari, classificati, in ragione della loro composizione, in base al parere espresso dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli, nell’ambito della voce 21.06 tra le "preparazioni alimentari non nominate né comprese altrove, esclusi gli sciroppi di qualsiasi natura", è applicabile l'aliquota Iva ridotta al 10%, in quanto riconducibili nel n. 80) della Tabella A, parte III, allegata al decreto Iva.

 

Risposta n. 268 del 25 agosto 2020 - Pagamento con mezzo diverso dalla carta di credito - Onere monetario aggiuntivo – Profili IVA e imposte dirette

È esente da Iva l’onere aggiuntivo addebitato in fattura dal poliambulatorio al paziente che ha pagato la prestazione con modalità diversa dalla carta di credito e, dall’altro, che la somma non può essere detratta ai fini Irpef dal cliente, perché rappresenta un onere amministrativo e non di ambito sanitario.

 

Risposta n. 274 del 26 agosto 2020 – Incentivi fiscali per il rientro in Italia di docenti/ricercatori residenti all'estero

Può usufruire già dal 2020 e per i successivi dieci anni degli incentivi fiscali previsti per favorire il rientro in Italia di docenti e ricercatori, il contribuente che ha due figli minorenni e ha trasferito nel nostro Paese, nello scorso aprile, la propria residenza e quella dei familiari, per svolgere l'attività di ricerca presso una struttura, pubblica o privata

 

Risposta n. 275 del 26 agosto 2020 - imposta di bollo -modalità di pagamento da parte di soggetti stranieri

Un operatore economico che, risiede all’estero e deve versare il Bollo su un contratto di appalto ma non può assolvere l'imposta con una delle modalità tradizionali, può pagare tramite bonifico a favore del bilancio dello Stato oppure dei conti di tesoreria, utilizzando il medesimo codice Iban, in generale, utilizzabile per la registrazione di alcuni atti e contratti, reperibile sul sito internet dell’Agenzia delle entrate nella sezione 'Pagamento delle imposte all'Estero'.

 

Risposta n. 276 del 26 agosto 2020 - imposte di registro, ipotecaria e catastale

Le imposte di registro, ipotecaria e catastale, applicate dall'ufficio a seguito della liquidazione in sede di accertamento e già corrisposte dal contribuente possono essere scomputate dalle relative imposte dovute in relazione all'atto di acquisto che si intende stipulare, altrimenti si avrebbe una doppia tassazione dello stesso trasferimento.

 

Risposta n. 278 del 26 agosto 2020 - attività di locazione breve

In assenza dell’emanazione dello specifico regolamento che definisca i criteri in base ai quali l'attività di locazione breve si presume svolta in forma imprenditoriale, in coerenza con l’articolo 2082 del codice civile e con la disciplina sui redditi di impresa, l'attività intrapresa da un proprietario di immobili situati in varie regioni d’Italia, anche se esercitata su più unità immobiliari, per la quale si avvale dell'intermediazione di soggetti terzi che gestiscono portali telematici specializzati, come AirBnb o Booking, e in relazione alla quale i servizi resi in aggiunta sono esclusivamente le utenze, la fornitura iniziale di biancheria e la pulizia finale, in assenza di un'organizzazione della stessa attività in forma di impresa, costituisce reddito fondiario e rientra nel regime delle locazioni brevi. Al riguardo, inoltre, non può farsi riferimento alle normative regionali in materia di attività e strutture turistico-ricettive, in quanto queste non possono assumere rilevanza ai fini fiscali.

 

Risposta n. 279 del 27 agosto 2020 - Operazioni di riorganizzazione tra enti

Per i trasferimenti, a titolo gratuito, di beni mobili e immobili facenti parte del patrimonio di enti pubblici che appartengono alla medesima struttura organizzativa politica realizzati in seguito alla  razionalizzazione dell'apparato istituzionale le imposte di registro, ipotecaria e catastale si applicano nella misura fissa di 200 euro ciascuna.

Riguardano atti di trasferimento di beni sia mobili che immobili tra Pa appartenenti alla stessa struttura per i quali la legge di Stabilità 2014 ha previsto la misura agevolativa.

 

Risposta n. 280 del 27 agosto 2020 - bonus a favore dei pensionati esteri

Il cittadino residente a Boston, che riceve pensioni di fonte estera, nonostante riscuota anche una pensione dall’Inps, può applicare, ai proventi ricevuti da enti non italiani, l’imposta sostitutiva dell’Irpef introdotta per favorire il “ripopolamento” e la ripresa economica di alcune zone del nostro Paese: la condizione è, naturalmente, il trasferimento della propria residenza in uno dei luoghi individuati dal regime agevolativo.

 

Risposta n. 281 del 27 agosto 2020 - Asseverazione non contestuale alla richiesta del titolo abitativo- Contribuente in "regime forfetario

in caso di operazioni di demolizione e ricostruzione, in capo agli acquirenti di abitazioni realizzate a seguito di interventi per la riduzione del rischio sismico e, nello specifico, chiarisce tre distinti aspetti. In particolare, oggetto dell’istanza d’interpello è la possibilità dibeneficiare della detrazione anche se l'asseverazione non è stata depositata insieme alla richiesta di rilascio del permesso di costruire, di considerare nel calcolo delle spese agevolabili, singolarmente o meno, le pertinenze autonomamente accatastate e di cedere il credito all'impresa esecutrice dei lavori o a soggetti terzi, considerato che avendo aderito al regime forfettario non può usufruire della detrazione Irpef.

 

Risposta n. 282 del 27 agosto 2020 - Aliquota IVA ammendanti - "Biochar"

solo dopo aver ottenuto la certificazione di un prodotto, riconosciuto tra gli ammendamenti, è possibile applicare alla cessione di tale fertilizzante l'aliquota Iva ridotta al 4%, rientrando espressamente nella definizione del n. 19) della parte II della Tabella A allegata al Dpr n. 633/1972.

Non basta il parere dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli per il riconoscimento dell’imposta agevolata se il prodotto non risulta classificato come fertilizzante del suolo utile in agricoltura

0
0
0
s2smodern