Venerdì, 31 Luglio 2020 14:30

Stato di emergenza prorogato al 15 ottobre

Prorogato, fino al 15 ottobre 2020, lo stato di emergenza in conseguenza del rischio sanitario connesso all'insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili. È quanto si legge nella delibera del Consiglio dei Ministri del 29 luglio 2020, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 190 del 30 luglio assieme al decreto-legge n.83/2020 “Misure urgenti connesse con la scadenza della dichiarazione di emergenza epidemiologica da COVID-19 deliberata il 31 gennaio 2020” in vigore dal 30 luglio. Il combinato disposto dei 2 provvedimenti, oltre ad estendere lo stato di emergenza e alcune disposizioni di particolare interesse, proroga la facoltà di emanare DPCM e amplia fino al 9 agosto le disposizioni volte al contrasto del Covid contenute nel DPCM del 14 luglio 2020.

Tra le misure prorogate fino a metà ottobre, elencate nell’Allegato 1 del decreto legge: i poteri del Commissario straordinario per l'attuazione e il coordinamento delle misure di contenimento e contrasto dell'emergenza; la facoltà del Ministro della salute di intervenire con propria ordinanza per contrastare il diffondersi dell’epidemia; la possibilità di svolgere il lavoro in modalità agile il lavoro per i dipendenti del settore privato. In quest’ambito in particolare, si precisa che i genitori dipendenti del settore privato con almeno un figlio minore di 14 anni abbiano diritto a svolgere la prestazione di lavoro in modalità agile, se compatibile con la prestazione, fino al 14 settembre: data ufficiale di riapertura delle scuole.

Notizie correlate: Il Decreto Rilancio è legge - In vigore il "Decreto Semplificazioni" - In Gazzetta Ufficiale il DPCM del 14 luglio

0
0
0
s2smodern