Venerdì, 29 Maggio 2020 10:43

Scontrino elettronico e corrispettivi: la guida aggiornata

Disponibile la guida, aggiornata a maggio 2020, sullo scontrino elettronico e la trasmissione telematica dei corrispettivi. Il documento, redatto dall'Agenzia delle Entrate per supportare i contribuenti, dopo aver ricordato che tale obbligo è scattato dal 1° luglio 2019 per gli operatori che nel 2018 hanno realizzato un volume d’affari superiore a 400.000 euro e al 1° gennaio 2020 per gli altri, si sofferma su: strumenti a disposizione, i principali vantaggi, termini e modalità di trasmissione e sanzioni per chi non rispetta l'obbligo. La mancata memorizzazione e trasmissione dei corrispettivi, o quando gli stessi vengono memorizzati o trasmessi con dati incompleti o non veritieri, comporta l’applicazione delle sanzioni previste dal D.Lgs. n. 471/1997. In particolare, la sanzione è pari al 100% dell’imposta relativa all’importo non correttamente documentato con un minimo di 500 euro. È prevista - si legge - la sanzione accessoria della sospensione della licenza o dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività, ovvero dell’esercizio dell’attività stessa, nei casi più gravi di recidiva (se nel corso di un quinquennio vengono contestate quattro distinte violazioni in giorni diversi). L'Agenzia ricorda infine la moratoria al 1° gennaio 2021, a seguito dell'approvazione del Decreto "Rilancio", concessa per coloro i quali non sono riusciti a dotarsi entro i termini previsti, fissati al 1° luglio 2020, di un registratore telematico.

Notizie correlate: Online la guida “I servizi agili dell’Agenzia delle Entrate” - AE: dalle detrazioni per le mascherine alle sospensioni fiscali - E-Fatture: proroga al 30 settembre per servizio consultazione

0
0
0
s2smodern