Giovedì, 23 Aprile 2020 10:03

Cig in deroga, procedure complicate e diverse per ogni regione

"Ci sono regioni, come la Sicilia, per le quali il numero di domande trasmesse all'Inps è ancora a zero. Ma anche la Lombardia è in ritardo, al 15 aprile all'Inps risultavano solo 37 domande. Con i decreti per l'emergenza Coronavirus il governo aveva parlato di un principio universale di assistenza, ma non è andata così". A sottolineare i tempi lunghi, le procedure complicate e le difficoltà esistenti e diverse per ogni Regione per richiedere la cassa integrazione in deroga è il Consigliere Nazionale dell'Ordine, Vincenzo Silvestri, su Repubblica del 22 aprile 2020, sottolineando come esiste ancora una grossa quantità di aziende non coperte da ammortizzatori sociali. "Chi ha la Cig ordinaria se la cava" spiega Silvestri evidenziando che difficilmente gli assegni potranno arrivare entro il 30 aprile come assicurato dall'Inps. "Per l’assegno ordinario i tempi sono rallentati ma per la Cig in deroga i passaggi sono doppi e le difficoltà enormi”, conclude il Consigliere.

Rassegna web: ilgiornale.it - it.blastingnews.com

Notizie correlate: CIG: dai CdL nessun terrorismo, ma tempestività per agevolare i pagamenti - Anticipo bancario al lavoratore della Cig: vincoli e responsabilità - Cassa integrazione in deroga: il caso delle aziende plurilocalizzate - Cassa integrazione, pagamenti a maggio

 

 

0
0
0
s2smodern