Martedì, 17 Dicembre 2019 12:29

Equo compenso: serve emendamento al ddl Bilancio 2020

Dopo la presentazione delle cinque diverse mozioni sulle libere professioni, che impegnano il governo a dare concreta attuazione all’equo compenso, il primo veicolo legislativo per trasformare in legge il principio già esistente è il ddl di Bilancio 2020, in fase di approvazione in Parlamento. A sostenere l’ipotesi, anche alla luce del cresciuto interesse trasversale della politica sul tema, Marina Calderone, Presidente del Consiglio nazionale dell'Ordine e del Comitato Unitario delle Professioni, che su Il Corriere-L’Economia del 16 dicembre evidenzia come sia “indispensabile avere una norma che renda obbligatorio l’equo compenso per tutti”, anche alla luce dell'ultima sentenza del TAR delle Marche che ha ribadito il divieto di prestazione professionale gratuita e l'applicazione di un compenso in base ai parametri.

Notizie correlate: Online il n. 6/2019 de “Il Consulente del Lavoro” - L’equo compenso è legge nelle Marche - Essere autonomi in Italia: un’opportunità e un’impresa più che altrove

0
0
0
s2smodern