Stampa questa pagina
Martedì, 10 Dicembre 2019 13:00

Le Novità Normative della Settimana dal 2 all' 8 dicembre 2019

Sistema informativo del Reddito di cittadinanza

Il Ministero del Lavoro ha pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 258 del 5 dicembre 2019, il Decreto Ministeriale del 21 ottobre 2019, con l’elenco degli Stati o territori i cui cittadini, ai fini dell’accoglimento della richiesta del Reddito di cittadinanza e della Pensione di cittadinanza, sono tenuti a produrre l’apposita certificazione di cui all’art. 2, comma 1-bis, del , limitatamente all’attestazione del valore del patrimonio immobiliare posseduto all’estero dichiarato a fini ISEE. - Link


Individuazione di ulteriori soggetti tenuti alla trasmissione, al Sistema tessera sanitaria, dei dati relativi alle spese sanitarie, ai fini dell'elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata

Con decreto del Ministero dell'economia e finanza del 22 novembre 2019, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 4 dicembre 2019 n. 284 viene ampliato il numero delle categorie professionali del settore medico tenute a trasmettere al Sistema tessera sanitaria le spese detraibili sostenute dai loro pazienti, ai fini della dichiarazione dei redditi elaborata direttamente dall’Agenzia delle Entrate. - Link

 

INPS

Reddito di cittadinanza/Pensione di cittadinanza. Domande presentate dai cittadini non appartenenti all’Unione europea

L’INPS, con il messaggio n. 4516 del 3 dicembre 2019, ha fornito indicazioni per i cittadini di Stati non appartenenti all’Unione europea che hanno presentato domanda di erogazione del Reddito o della Pensione di Cittadinanza.

Ai fini dell’accoglimento della domanda, i cittadini extracomunitari devono integrare la richiesta con una certificazione attestante i requisiti reddituali e patrimoniali, e la composizione del nucleo familiare. - Link

 

Prestazioni di capitale a carico del Fondo di previdenza per gli impiegati dipendenti dai concessionari del servizio di riscossione dei tributi e delle entrate dello Stato e degli enti pubblici

L’INPS, con il messaggio n. 4470 del 29 novembre 2019,  comunica che è stato reso disponibile  il nuovo servizio per la domanda di prestazioni di capitaleTFR e relative anticipazioni – a carico del Fondo Esattoriali. - Link

 

Ripresa dell’obbligo del versamento delle ritenute erariali sospese per gli eventi sismici 2016/2017. Istanza al sostituto di imposta di recupero mediante trattenute mensili

L’INPS, nel messaggio n. 4478 del 2 dicembre 2019, prende in esame la ripresa dell’obbligo del versamento delle ritenute erariali sospese per gli eventi sismici 2016/2017. L’Istituto, in particolare, spiega le modalità con cui i dipendenti dell’Istituto e i pensionati possono presentare istanza al sostituto di imposta di recupero mediante trattenute mensili. Ricordando che è prorogato al 15 gennaio 2020 il termine entro il quale i contribuenti, che hanno richiesto ed ottenuto il beneficio della sospensione delle ritenute fiscali, sono tenuti a versare le somme oggetto di sospensione. - Link

 

Assegno ordinario di invalidità e indennità NASpI – anticipo NASpI

Con il  messaggio n. 4477 del 2 dicembre 2019, l'INPS fornisce chiarimenti in merito alla possibilità di ripristinare il pagamento dell’assegno ordinario di invalidità nell’ipotesi in cui l’indennità di disoccupazione NASpI sia sospesa per periodi di lavoro subordinato non superiori a sei mesi oppure erogata in forma anticipata. - Link

 

AGENZIA DELLE ENTRATE

Approvazione della modalità di pagamento telematico cumulativo della tassa automobilistica erariale con addebito diretto in conto corrente bancario o postale per le imprese concedenti i veicoli in locazione finanziaria e per le aziende con flotte di auto e camion

Con provvedimento del 3 dicembre 2019 l'Agenzia delle entrate approva le modalità di pagamento online cumulativo delle tasse automobilistiche erariali tramite addebito diretto sul conto corrente bancario o postale, per i soggetti, con partita Iva, abilitati ai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate. - Link

 

Definizione della percentuale del credito d’imposta spettante per l’anno 2019 alle fondazioni di origine bancaria (FOB)

Definita, con provvedimento del 3 dicembre 2019, da parte dell'Agenzia delle entrate la percentuale del credito d’imposta spettante per l’anno 2019 alle fondazioni di origine bancaria (Fob) che, entro lo scorso 31 ottobre, hanno erogato finanziamenti in favore dei centri di servizio per il volontariato (Cvs), alimentando il fondo unico nazionale (Fun) istituito a tale scopo. - Link

 

Chiusura d’ufficio delle partite IVA inattive

l’Agenzia delle entrate, con provvedimento del 3 dicembre 2019, definisce le modalità di applicazione della nuova disposizione normativa e le forme di comunicazione preventiva al contribuente.  procede d'ufficio, in modalità centralizzata, alla chiusura delle partite Iva di coloro che sulla base dei dati e degli elementi in suo possesso risultano non aver esercitato, nelle tre annualità precedenti, attività di impresa ovvero attività artistiche o professionali. - Link

 

AGENZIA DELLE ENTRATE –  CONSULENZA GIURIDICA

Consulenza giuridica n. 21 del 6 dicembre 2019 - Accordi di ristrutturazione del debito

In tema di limitazioni della responsabilità solidale del cessionario qualora la cessione avvenga nell'ambito di accordi di ristrutturazione dei debiti, occorre evidenziare che la modifica operata dal D. Lgs. n. 158 del 2015 all'articolo 14 del D. Lgs. n. 472 del 1997 non ha portata innovativa e, come tale, trova applicazione agli atti di cessione di azienda o di ramo di azienda posti in essere anteriormente al 1° gennaio 2016. - Link

 

AGENZIA DELLE ENTRATE –  PRINCIPIO DI DIRITTO

Principio di diritto  n. 25 del 2 dicembre 2019 - Rimborsi Iva cessioni extra Ue - Link

Con il principio di diritto in esame, l’Agenzia fornisce le seguenti precisazioni:

1) i cessionari possono essere solo coloro che risultino domiciliati o residenti fuori dalla Ue e che non siano soggetti passivi d'imposta nel loro Paese

2) i beni devono essere destinati all'uso personale o familiare del viaggiatore ed essere privi di qualsiasi interesse commerciale. L’Agenzia sottolinea che un acquisto di beni in una quantità sproporzionata rispetto all’uso personale o familiare fa presupporre un utilizzo commerciale degli stessi e, di conseguenza, esclude il beneficio in questione (vedi anche risoluzione ministeriale n. 126/E del 7 settembre 1998)

3) per determinare se la soglia di valore (154,94 euro, Iva inclusa) sia stata superata occorre basarsi “sul valore di fattura. Il valore aggregato di diversi beni può essere usato soltanto se tutti i beni figurano nella stessa fattura, rilasciata dallo stesso soggetto passivo che fornisce i beni allo stesso cliente” (vedi articolo 48 del regolamento Ue n. 282/2011)

4) la cessione a viaggiatori extracomunitari dei beni descritti deve essere documentata con fattura in formato elettronico, tramite le funzionalità informatiche di cui al sistema OTELLO (Online tax refund at exit: light lane optimization):

a) senza pagamento dell'Iva, salvo successivo versamento della stessa, con regolarizzazione dell'operazione tramite apposita variazione ai sensi dell'articolo 26, comma 1 Dpr n. 633/1972, laddove non sia presentata la documentazione prescritta a comprova dell'uscita dei beni dalla Ue

b) con pagamento dell'Iva, poi rimborsata al cessionario dal cedente, il quale la recupera, se sia fornita la prova dell'uscita dei beni dalla Ue nei termini indicati, previa annotazione della corrispondente variazione nel registro degli acquisti (articolo 25 del Dpr n. 633/1972). In questa ipotesi, il cedente può delegare il rimborso dell'imposta ad appositi intermediari.

0
0
0
s2smodern