Mercoledì, 04 Dicembre 2019 12:57

Inps: riduzione contributiva settore edile

Il decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 24 settembre 2019, di concerto con il Ministero dell’Economia, ha confermato per l’anno 2019, nella misura dell’11,50%, la riduzione contributiva a favore delle imprese edili, introdotta dal d.l. n. 244/1995 convertito, con modificazioni, dalla l. n.341/1995. Con la circolare n. 145 del 28 novembre, l’Inps riepiloga la normativa che regola la materia e fornisce le indicazioni operative per il godimento dell’agevolazione che si riferisce al periodo gennaio-dicembre 2019 e potrà essere richiesta fino al 15 marzo 2020.

Dopo aver elencato i codici statistici contributivi e Ateco che identificano i datori di lavoro che hanno diritto all’agevolazione, l’Inps segnala che, per poter accedere al beneficio, occorre essere in possesso dei requisiti di regolarità contributiva attestata tramite il DURC, rispettare le norme in materia di retribuzione imponibile di cui alla l. n. 389/1989, non aver riportato condanne passate in giudicato per la violazione della normativa in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro nel quinquennio antecedente la data di applicazione dell’agevolazione. Inoltre, si ribadisce che la riduzione contributiva non spetta per quei lavoratori per i quali sono previste specifiche agevolazioni contributive ad altro titolo o in presenza di contratti di solidarietà. Le istanze dovranno essere inviate esclusivamente in via telematica avvalendosi del modulo “Rid-Edil”, disponibile all’interno del Cassetto previdenziale aziende del sito dell’Istituto, nella sezione “Comunicazioni on-line”, funzionalità “Invio nuova comunicazione”. I datori di lavoro autorizzati alla fruizione potranno esporre lo sgravio nel flusso Uniemens fino al mese di competenza febbraio 2020.

Notizie correlate: “InformaClienti”: le novità normative e di prassi di novembre - RdC: come fruire dell'incentivo per le assunzioni - Inps: novità per malattia e Gestione separata

0
0
0
s2smodern