Lunedì, 03 Dicembre 2018 12:58

Le Novità Normative della Settimana dal 26 novembre 2018 al 2 dicembre 2018

Perequazione automatica delle pensioni
Il Ministero dell’Economia e delle Finanze, di concerto con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, ha pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 275 del 26 novembre 2018, il Decreto 16 novembre 2018 con il valore della variazione percentuale per il calcolo dell’aumento di perequazione delle pensioni spettante per l’anno 2018 con decorrenza dal 1° gennaio 2019, nonché il valore definitivo della variazione percentuale da considerarsi per l’anno 2017 con decorrenza dal 1° gennaio 2018. Il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze datato 16 novembre 2018 fissa all’1,1% il tasso di perequazione sulle pensioni sia per il periodo compreso dal 1° gennaio al 31 dicembre 2018 che per il prossimo anno. - Link

 

INPS

Rilevazione delle retribuzioni contrattuali degli operai a tempo determinato (O.T.D.) e degli operai a tempo indeterminato (O.T.I.) del settore agricolo
L’INPS, con la circolare n. 113 del 29 novembre 2018, rende noto la rilevazione delle retribuzioni contrattuali degli operai a tempo determinato (O.T.D.) e degli operai a tempo indeterminato (O.T.I.) del settore agricolo, in vigore alla data del 30 ottobre 2018, per la determinazione delle retribuzioni medie salariali. - Link

Fondo volo. Prestazione di invalidità specifica
L’INPS, con il messaggio n. 4477 del 29 novembre 2018, dirama i chiarimenti in merito al procedimento di riconoscimento della pensione di invalidità specifica in favore degli iscritti al Fondo Volo. - Link

Codici contratto all’interno del flusso Uniemens
Con il messaggio n. 4468 del 28 novembre 2018, l’INPScomunica  l’introduzione di nuovi codici contratto ai fini della compilazione del flusso di denuncia contributiva Uniemens, nonché la dismissione di quelli non più in uso. - Link

Bonus asilo nido. Nuove funzionalità Inps Mobile
L’Inps, con il messaggio n. 4464 del 28 novembre 2018, informa che, all’interno dell’applicazione “INPS Mobile”, è disponibile la nuova funzionalità “Bonus nido”, che consente l’allegazione della documentazione di spesa necessaria alla fruizione del “Bonus asilo nido per le agevolazioni per la frequenza di asili nido pubblici e privati. - Link

Semplificazione delle modalità di accesso all’indennità di accompagnamento per soggetti ultrasessantacinquenni
Con il messaggio n. 4463 del 2018, l’INPS comunica che, a partire dal 1° gennaio 2019, entrerà a regime il procedimento di semplificazione delle modalità di accesso alla prestazione assistenziale dell’indennità di accompagnamento per i cittadini che hanno più di 65 anni di età. Il cittadino, al momento della presentazione della domanda di invalidità civile. - Link

Convenzione tra INPS  e i soggetti abilitati all’assistenza fiscale
L’Inps, con ilmessaggio del 28 novembre 2018, n. 4443, dirama lo  schema di convenzione tra l’Inps e i soggetti abilitati all’assistenza fiscale, di cui al D.Lgs. 241/1997, al fine di  disciplinare il servizio di raccolta e trasmissione delle dichiarazioni delle situazioni reddituali (modelli RED) e delle dichiarazioni di responsabilità (modelli ICRIC, ICRIC frequenza, ICLAV, ACC.AS/PS), per una corretta erogazione delle prestazioni previdenziali “Campagna RED ordinaria 2018”, “Solleciti 2017” e “INV CIV ordinaria 2018”. - Link

 

MINISTERO DEL LAVORO

Settori e professioni caratterizzati da disparità uomo-donna
È stato pubblicato sul sito del Ministero del lavoro il Decreto interministeriale del   28 novembre 2018 che individua - per l'anno 2019, sulla base dei dati Istat relativi alla media annua dell'anno più recente disponibile  - i settori e le professioni caratterizzati da un tasso di disparità uomo-donna che supera almeno del 25% il valore medio annuo, ai fini dell'applicazione degli incentivi all’assunzione di donne introdotti dalla legge Fornero. - Link

Settore edile: riduzione dei contributi previdenziali e assistenziali in favore dei datori di lavoro
Il Ministro del Lavoro e delle politiche sociali,  di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, ha emanato il Decreto Direttoriale del 4 ottobre 2018 con la determinazione della riduzione dei contributi previdenziali ed assistenziali in favore dei datori di lavoro del settore edile.  La riduzione è individuata per l’anno 2018, nella misura dell ‘11.50%. - Link

 

AGENZIA DELLE  ENTRATE

Differimento temporaneo termini di trasmissione del le fatture elettroniche
Con provvedimento del 29 novembre 2018l’Agenzia delle entrateha stabilito, che per consentire gli opportuni interventi tecnici in previsione del consistente incremento di informazioni che dovranno essere gestite a seguito dell’estensione dell’obbligo di fatturazione elettronica, prevista a partire dal prossimo 1° gennaio, le fatture elettroniche e le note di variazione dei giorni 1 e 2 dicembre potranno essere trasmesse al Sistema di Interscambio (Sdi) entro il 4 dicembre. - Link

 


AGENZIA DELLE ENTRATE  - INTERPELLO

Risposta n. 84 del 26 novembre 2018 - rivalsa a seguito di accertamento
La rivalsa a seguito di accertamento è un istituto privatistico, essendo relativa non al rapporto tributario, ma ai rapporti interni fra i contribuenti. Ne consegue che nel caso di mancato pagamento dell’imposta da parte dell’acquirente del bene o del servizio l’unica possibilità che il fornitore ha per recuperare l’Iva versata all’Erario, ma non incassata, è quella di rivolgersi al giudice civile. - Link

Risposta n. 85 del 26 novembre 2018 -  falcidia concordataria
Nel caso in cui una società abbia optato per la tassazione di gruppo, la parte non imponibile della sopravvenienza emersa è quella eccedente l’ammontare delle perdite trasferite al consolidato solo dalla consolidante e non anche da eventuali altre società partecipanti. - Link

Risposta n. 86 del 27 novembre 2018 -  modalità determinazione Ace
La base di partenza su cui commisurare gli eventuali incrementi rilevanti ai fini Ace è rappresentata dal maggiore tra il fondo di dotazione contabile al 31 dicembre 2010 (al netto degli utili di esercizio) e il fondo congruo a fini fiscali in pari data. Nel caso in cui la stabile organizzazione (S.O.) in Italia di una società non residente è sorta per effetto di una fusione per incorporazione intracomunitaria in regime di neutralità fiscale, è corretto prendere come dato contabile di partenza il patrimonio netto della società italiana incorporata. - Link

Risposta n. 87 del 27 novembre 2018 -  agevolazione Ace società cooperativa agricola
Una cooperativa agricola, che determina il reddito d’impresa con il regime analitico, rientra nel campo di applicazione dell’Ace, ma l’aumento di capitale proprio, determinato dall’emissione di strumenti finanziari partecipativi assimilabili a un conferimento con obbligo di restituzione, è irrilevante per la determinazione dell’agevolazione. - Link

 

AGENZIA DELLE ENTRATE  -   PRINCIPI  DI DIRITTO

Principio di diritto n. 11 del  26 novembre 2018 – disapplicazione disposizioni Ace antielusive a seguito di  incrementi di crediti da finanziamento verso altri soggetti del gruppo
In presenza di un’operazione a rischio duplicazione del beneficio Ace, come l’incremento di crediti derivanti da finanziamenti diretti ad altri partecipanti al gruppo, lo “sponsor” può richiedere la disapplicazione della norma antielusiva se il destinatario del finanziamento non abbia, a sua volta, eseguito alcuna manovra duplicativa, cioè conferimenti in denaro, finanziamenti a soggetti del gruppo, acquisto di partecipazioni o aziende infragruppo. - Link

Principio di diritto n. 12 del  26 novembre 2018 – disapplicazione disposizioni Ace antielusive a seguito di Incrementi di capitale proprio derivanti sia da conferimenti che da utili accantonati a riserva
La disapplicazione disposizioni Ace è possibile solo se non sono state ricevute somme che hanno già costituito base Ace per altri soggetti del gruppo. Nell’ipotesi di base Ace mista, composta cioè sia da conferimenti che da utili accantonati, nel caso si compiano operazioni potenzialmente in grado di determinare una duplicazione del beneficio, la stessa andrà ridotta dell’importo dei conferimenti. Neutralizzata la base frutto degli apporti di capitale, rimane quella alimentata da utili non distribuiti, che rende ulteriori ed eventuali operazioni in uscita non duplicative. - Link

Principio di diritto n. 13 del 28 novembre Irrevocabilità del regime di “branch exemption”
L’opzione per il regime di branch exemption è irrevocabile. A nulla vale la presentazione di una dichiarazione integrativa “a sfavore”, con integrazione dei versamenti dovuti, volta all’Uscita anticipata dal regime agevolativo, poiché non configura la correzione di un errore, ma rappresenta la revoca di una volontà negoziale liberamente e validamente manifestata in dichiarazione. - Link

0
0
0
s2smodern