Mercoledì, 21 Novembre 2018 17:10

Calderone: investire su crescita e riduzione del costo del lavoro

"Sono tanti i giovani che oggi non hanno un lavoro e non hanno neanche prospettive immediate per trovarlo e contemporaneamente abbiamo una forza lavoro che invecchia sempre di più". Ad evidenziare le criticità del mercato del lavoro italiano, a cui si dovrebbe prestare attenzione nella definizione della manovra finanziaria 2019, è la Presidente del Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Consulenti del Lavoro, Marina Calderone, ospite della rubrica del Tg2 “Frankenstein” insieme al Sottosegretario al lavoro Claudio Durigon.

Anche se è ragionevole il tentativo del governo e del Ministero del Lavoro di “individuare le condizioni di salvaguardia” necessarie ad applicare quota 100, accanto ad una riforma delle pensioni occorre investire nella crescita e in particolare “sul versante del costo del lavoro – spiega la Presidente -, quindi del contenimento dei costi per le aziende e, soprattutto, sulle misure di accompagnamento al lavoro”. In tale ottica è utile ripensare alla riforma dei centri pubblici per l’impiego e al potenziamento delle politiche attive del lavoro, anche in vista dell’introduzione del reddito di cittadinanza.

Guarda il video

Notizie correlate: Nessuna traccia dell'equo compenso nel ddl bilancio -  Calderone: per reddito di cittadinanza non bastano i CPI - Riforma dei CPI: come cambierà il lavoro

0
0
0
s2smodern