Venerdì, 18 Ottobre 2019 10:06

Giovani, misure per inserimento nel mondo del lavoro

Con il decreto crescita sono state anche previste misure per favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro. Fondazione studi dei Consulenti del lavoro, con la Circolare n. 15/19, analizza i principali incentivi e le nuove agevolazioni a favore degli operatori economici.La norma riconosce, a decorrere dal 2021, un incentivo in favore delle imprese che dispongono erogazioni liberali per il potenziamento di laboratori e ambienti di apprendimento innovativi, a favore di istituzioni scolastiche con percorsi di istruzione secondaria di secondo grado tecnica o professionale (anche ad indirizzo agrario) e assumono a tempo indeterminato giovani diplomati delle medesime istituzioni. E’ prevista una riduzione dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro (con esclusione dei premi e contributi INAIL), per un periodo massimo di 12 mesi dall’assunzione, in favore dei titolari di reddito di impresa che: dispongano erogazioni liberali per un importo non inferiore a euro 10.000, nell’arco di un anno, a favore delle predette istituzioni scolastiche; assumano a tempo indeterminato, a conclusione del ciclo scolastico, diplomati nei medesimi istituti scolastici.

Le tipologie di interventi ammessi, da finanziare con le erogazioni liberali, riguardano: laboratori professionalizzanti per lo sviluppo delle competenze; laboratori e ambienti di apprendimento innovativi per l’utilizzo delle tecnologie; ambienti digitali e innovativi per la didattica integrata; attrezzature e dispositivi hardware e software per la didattica. La predetta agevolazione è riconosciuta: a decorrere dall’esercizio finanziario 2021, ai titolari di reddito di impresa; solo se le erogazioni liberali sono effettuate sul conto di tesoreria delle suddette istituzioni scolastiche con sistemi di pagamento tracciabili. L’agevolazione non è cumulabile con altre previste per le medesime spese. La definizione della misura delle agevolazioni, nonché delle modalità per garantire il rispetto dei limiti di spesa previsti e delle tempistiche per l’erogazione delle richiamate liberalità, è demandata ad un decreto del MIUR, di concerto con il MEF, da adottare entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto legge in esame. Possono beneficiare delle erogazioni liberali le istituzioni scolastiche che fanno parte del sistema nazionale di istruzione. Tutte le informazioni sono reperibili presso i Consulenti del lavoro.

0
0
0
s2smodern